guestbook01 La nostra dottrina
bar2
DICHIARAZIONE DI FEDE

Noi crediamo:

1. Nell’ispirazione verbale della Bibbia.
2. In un unico Dio esistente in tre Persone: il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo.
3. Che Gesù Cristo è l’unigenito Figlio del Padre, concepito per lo Spirito Santo e nato dalla vergine Maria. Che Gesù fu crocifisso, sepolto e che è risorto dai morti. Che ascese al cielo e che oggi è alla destra del Padre come l’intercessore.
4. Che tutti hanno peccato e sono privi della gloria di Dio e che il ravvedimento è comandato da Dio per tutti ed è necessario per il perdono dei peccati.
5. Che la giustificazione, la rigenerazione e la nuova nascita si hanno per la fede nel sangue di Gesù Cristo.
6. Nella santificazione susseguente alla nuova nascita per mezzo della fede nel sangue di Cristo, per mezzo della Parola e per mezzo dello Spirito Santo.
7. Che la santità sia il modello divino di vita per il Suo popolo.
8. Nel battesimo dello Spirito Santo susseguente a un cuore puro.
9. Nel parlare in altre lingue come lo Spirito dà, e che ciò è l’iniziale evidenza del battesimo nello Spirito Santo.
10. Nel battesimo in acqua per immersione e che coloro i quali si ravvedono devono essere battezzati nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.
11. Che la guarigione divina è provveduta per tutti nell’espiazione.
12. Nella cena del Signore e nella lavanda dei piedi dei santi.
13. Nella premillenaria seconda venuta di Gesù: primo, per resuscitare i giusti morti e rapire a sé nell’aria i santi viventi; secondo, per regnare sulla terra mille anni.
14. Nella resurrezione corporale: vita eterna per i giusti e condanna eterna per i malvagi.



bar2
IMPEGNI PRATICI

Esempio spirituale
Noi dimostreremo il nostro impegno verso Cristo praticando le discipline spirituali. Dimostreremo il nostro impegno verso il corpo di Cristo con la lealtà verso Dio e l’impegno verso la sua chiesa. Dimostreremo il nostro impegno verso l’opera di Cristo operando come buoni amministratori.

La pratica delle discipline spirituali
Le discipline spirituali coinvolgono pratiche quali la preghiera, la lode, il culto, la confessione di peccato, il digiuno, la meditazione e lo studio.

Consacrazione a Dio e lealtà alla Chiesa
La vita del discepolato cristiano richiede il compimento dei nostri doveri verso il corpo di Cristo. Dobbiamo riunirci regolarmente con altri membri della chiesa con lo scopo di magnificare e lodare Dio e per ascoltare la Parola.

Essere buoni amministratori
Nelle Scritture le virtù della parsimonia e della semplicità sono onorate, ma i vizi dello spreco e dell’ostentazione sono solennemente proibiti. Una vita pia e sobria richiede l’uso frugale e saggio delle nostre benedizioni materiali, incluso il tempo, i talenti e il denaro.

Purezza morale
C’impegneremo in quelle attività che glorificano Dio nel nostro corpo e che impediscono il compimento dei desideri della carne. Leggeremo, guarderemo e ascolteremo quelle cose che sono di beneficio positivo per il nostro benessere spirituale.

Glorificare Dio nel nostro corpo
Il nostro corpo è il tempio dello Spirito Santo e noi dobbiamo glorificare Dio nel nostro corpo.

Leggere, guardare e ascoltare
La letteratura che leggiamo, i programmi che guardiamo e la musica che ascoltiamo influenzano profondamente il nostro modo di sentire, pensare e comportare. E’ imperativo, allora, che il cristiano legga, guardi e ascolti quelle cose che ispirano, istruiscono e sfidano per un modo migliore di vita.

Beneficiare il bene spirituale
L’uso del tempo libero nella vita di un cristiano dovrebbe essere caratterizzato da quelle attività che edificano l’individuo e il corpo di Cristo.

Integrità personale
Vivremo in un modo che ispira fiducia e confidenza, portando il frutto dello Spirito e cercando di manifestare il carattere di Cristo in tutto il nostro comportamento.

Fiducia e confidenza
Un cristiano dovrebbe essere degno di fiducia, affidabile e di parola.

Frutto dello Spirito
Se viviamo nello Spirito manifesteremo il frutto (attitudini e azioni) dello Spirito e non adempiremo i desideri della carne.

Il carattere di Cristo
L’amore per gli altri è il segno della vita di Cristo.

Responsabilità familiari
Daremo priorità al compimento delle responsabilità familiari, alla preservazione della santità matrimoniale e al mantenimento dell’ordine divino nella casa.

Priorità della famiglia
La famiglia è l’unità base della relazione umana e come tale è fondamentale per la società e per la chiesa. L’origine divina della famiglia, con il suo carattere fondamentale, rende imperativo il nostro dare priorità al ministero della famiglia, sia da un punto di vista personale sia da un punto di vista corporativo.

Santità del matrimonio
Il matrimonio è ordinato da Dio ed è un’unione spirituale in cui un uomo e una donna sono uniti da Dio per vivere insieme come uno.

L’ordine divino nella casa
Quando Dio creò l’uomo, li creò maschio e femmina. Diede loro caratteristiche diverse e responsabilità diverse . Nell’ordine divino il marito è il capo di casa, i genitori devono allevare e ammonire i loro figli (Ef 6:4; Col 3:21) e questi devono obbedire ed onorare i loro genitori. Per far esistere l’armonia nella casa, l’ordine divino delle responsabilità va osservato.

Temperanza
Praticheremo la temperanza nel comportamento, e ci asterremo da attività e attitudini che sono offensive per il nostro prossimo, e che portano alla tossicodipendenza e alla schiavitù.

Temperanza
Una delle virtù cristiane è la temperanza o l’autocontrollo. E’ elencata come frutto dello Spirito. Siamo ammoniti a praticare la moderazione e l’equilibrio nel nostro comportamento.

Comportamento offensivo
La Bibbia parla in modo chiaro che dobbiamo essere sensibili ai bisogni e ai sentimenti altrui come dimostrazione del nostro amore per loro.

Tossicodipendenza e schiavitù
Uno dei primi benefici della nostra libertà in Cristo è la libertà dal dominio di forze negative. C’è sconsigliato di rimetterci sotto schiavitù Perciò, un cristiano deve astenersi totalmente da ogni bevanda alcolica e da altre sostanze chimiche che alterano il proprio essere; deve astenersi dall’uso del tabacco in ogni sua forma e da tutte le sostanze che creano tossicodipendenza; inoltre, deve astenersi da ogni attività (tipo gioco o gozzoviglia) che rendono impuro il corpo quale tempio di Dio o che dominano e schiavizzano lo spirito, reso libero in Cristo.

Modestia
Noi dimostreremo il principio scritturale della modestia nell’esteriore e nel vestire che rafforzerà la nostra testimonianza cristiana ed eviterà orgoglio, elaboratezza o sensualità.

Modestia
Stando all’idea biblica, la modestia è una grazia spirituale interiore che si ritira da ogni cosa sconveniente e impura, è castità di pensiero e condotta ed è libera da crudeltà e indecenza nel vestire e nel comportamento.

Esteriorità e vestire
La nostra vita, carattere e immagine sono riflessi nella nostra apparenza e modo di vestire. L’ammonizione scritturale: «Non conformatevi a questo mondo», ci ricorda che il nostro modo di vestire deve essere modesto e decente.

Orgoglio, elaboratezza, sensualità
Come persone pie dobbiamo astenerci da tutte le concupiscenze della carne ed evitare il vestirsi in modo da incoraggiare pensieri, attitudini e uno stile di vita immorali.

Obbligazioni sociali
Dovrebbe essere nostro obiettivo adempiere i nostri obblighi sociali con l’essere buoni cittadini, correggendo ingiustizie sociali e proteggendo la santità della vita.

Essere buoni cittadini
Come cristiani siamo membri del regno di Dio come pure di un ordine sociale di questo mondo. L’obbedienza a Dio ci richiede di agire responsabilmente quali cittadini del nostro paese.

Correggere l’ingiustizia sociale
L’amore per gli altri e il riconoscimento di pari dignità per tutti davanti a Dio dovrebbero spingerci a fare passi per migliorare la situazione di quelli che sono emarginati, dimenticati, affamati, senza casa e vittimizzati da pregiudizio, persecuzione e oppressione.

Proteggere la santità della vita
Dio solo dà la vita, perciò, siamo responsabili verso Dio per la cura della nostra vita fisica e per quella degli altri.
Inoltre, crediamo che è nostra responsabilità cristiana prenderci cura della terra e delle sue risorse.

bar2
LA VISIONE E L’IMPEGNO

1. La preghiera
Ci impegniamo a rendere la preghiera la priorità più alta della chiesa.

2. Il culto pentecostale
Ci impegniamo a radunarci regolarmente come espressione locale del Corpo di Cristo per partecipare all'adorazione che esalta Dio, impegna il cuore, la mente e l'anima, e incita ad una dedicazione e a un discepolato più profondi.

3. Evangelizzazione del mondo
Ci impegniamo a raggiungere gli inconvertiti, a battezzarli in acqua e a guidarli ad unirsi alla chiesa.

4. Fondare chiese
Ci impegniamo ad identificare, a preparare e a trovare risorse per i fondatori di chiese, chiamati da Dio, e ad aprire nuove chiese che danno vita.

5. Sviluppo della leadership
Ci impegniamo ad identificare e a preparare persone che Dio ha chiamato e a cui ha dato doni di leadership e li ha incitati ad essere dei servi-leader.

6. Impegno sociale
Ci impegniamo alla sfida di essere una chiesa che genuinamente cura i propri membri, e i perduti, gli afflitti e i bisognosi.

7. Interdipendenza
Ci impegniamo al principio dell'interdipendenza, riconoscendo le nostre connessioni e dipendenze con tutti i membri del corpo di Cristo.